CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

06/04/2020

S. Ermanno

ACCESSO

Password Dimenticata?

Aggiornamenti sul Corona Virus

FOTO LOMBARDIA NOTIZIE ON LINE ©

CONDIVIDI

10/03/20

Coronavirus: disposizioni valide fino al 3 aprile in tutta Italia

Disposizioni per affrontare l'emergenza del coronavirus

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi  del  virus COVID-19 le misure di cui all'art. 1 del decreto del  Presidente  del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 sono estese all'intero territorio nazionale.

Sull'intero  territorio  nazionale  e'  vietata  ogni  forma  di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.
  
 Sono sospesi gli eventi e le competizioni  sportive  di  ogni ordine e disciplina, in  luoghi  pubblici  o  privati. 

Gli  impianti sportivi sono utilizzabili, a porte chiuse, soltanto per le sedute di allenamento  degli  atleti,  professionisti  e  non   professionisti,
riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato  olimpico  nazionale italiano (CONI) e dalle rispettive federazioni, in vista  della  loro
partecipazione ai giochi olimpici o  a  manifestazioni  nazionali  ed internazionali; resta consentito esclusivamente lo svolgimento  degli eventi  e  delle  competizioni  sportive  organizzati  da   organismi sportivi internazionali, all'interno di impianti sportivi  utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di  pubblico;  in tutti tali casi, le associazioni e le societa' sportive, a mezzo  del proprio personale medico,  sono  tenute  ad  effettuare  i  controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del  virus  COVID-19  tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che  vi partecipano; lo sport e le attivita' motorie svolti  all'aperto  sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile  consentire  il rispetto della distanza interpersonale di un metro;». 

I cittadini su tutto il territorio nazionale possono muoversi solo per “comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o spostamenti per motivi di salute”. Non si ferma la circolazione delle merci né il trasporto pubblico. E’ possibile andare a fare la spesa. Chi si sposta sul territorio può autocertificare le ragioni per cui lo fa ma per chi trasgredisce o dichiara il falso sono previste sanzioni che vanno fino all’arresto. Quindi restate a casa il più possibile.

Ecco il vademecum con le norme principali:

Quale distanza devo tenere dalle altre persone? Almeno un metro.

Se ho la febbre? Sopra i 37.5C° chiamare il medico di base, stando in casa e NON andare al pronto soccorso.

Posso andare in altri comuni? Assolutamente NO, salvo situazioni di necessità.

Posso muovermi per motivi salutari? Sì sempre.

Posso spostarmi per lavoro anche in un altro comune? Sì, gli spostamenti per motivi lavorativi sono consentiti. Negli spostamenti per lavoro, in zona Provinciale rossa, tra Comuni diversi, è bene avere con se l’autocertificazione.

Sono fuori dalle zone rosse/arancioni, posso rientrare? Sì, sono consentiti i rientri al proprio domicilio.

Chi deve assolutamente stare in casa? Anziani e persone immunodepresse o con patologie.

Messe o altre funzioni religiose si svolgeranno? No.

Bar, gelaterie, ristoranti possono rimanere aperti? Sì dalle ore 6.00 alle ore 18.00 nel rispetto della distanza di un metro fra i clienti.

Medie e grandi superfici di vendita? Chiuse nei giorni festivi e prefestivi, tranne gli alimentari.

Farmacie e Parafarmacie? Aperte normalmente.

Asili, scuole e Università? Chiuse fino al 3 Aprile.

Riunioni, convegni, eventi, manifestazioni? Vietati.

Pub, cinema, palestre, piscine, discoteche, musei, biblioteca? Chiusi.

Uffici Comunali? Quasi tutti i servizi sono fruibili on line. Sono garantiti i servizi essenziali e urgenti.

Posso fare la spesa? Sì, una persona a famiglia.

Posso andare a mangiare da parenti? Non è uno spostamento necessario. La logica del decreto è quella di stare il più possibile nella propria abitazione per evitare che il contagio si diffonda.

Posso uscire a fare una passeggiata con i bambini? Sì, in posti dove non c’è assembramento e mantenendo sempre le distanze. Non è vietato uscire, ma occorre evitare sempre la creazione di assembramenti (non familiari, cioè non di persone che vivono già nella stessa abitazione).

Posso andare ad assistere i miei cari anziani e non autosufficienti? Questa è una condizione di necessità. Ricordate però che gli anziani sono le persone più a rischio, quindi cercate di proteggerle dal contagio il più possibile.

Posso andare a fare la spesa in paese? Sì, è possibile , ma i commercianti sono tenuti a stabilire un numero massimo di persone che frequenti l’esercizio garantendo la distanza di un metro gli uni dagli altri. In ogni caso i supermercati e centri commerciali restano chiusi il sabato e la domenica.

I corrieri merci possono circolare? Si, essi possono circolare.

 

Fonte: Governo

 In allegato il modulo di autocertificazione da compilare in caso di spostamenti al di fuori del proprio comune, che come ripetiamo, deve avvenire solo per lavoro, motivi di salute o estrema necessità