CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

20/09/2020

S. Matteo apostolo

ACCESSO

Password Dimenticata?

Beethoven e dintorni

CONDIVIDI

11/09/20 - Morbegno

Fiati di Valtellina

Lorenzo Della Fonte, direttore

Beethoven e dintorni

Morbegno, Auditorium S.Antonio

Domenica 20 settembre, ore 21

L’Orchestra di Fiati della Valtellina omaggia il genio di Beethoven, di cui si celebra nel 2020 il 250° anniversario della nascita. 

 

A quel tempo Bonn, sua città natale, era amministrata dall’Arcivescovo di Colonia, e la Germania e l’Europa erano divise in centinaia di staterelli ma, grazie alla sua musica, oggi Beethoven è diventato un simbolo dell’unità e dello spirito europeo. 

Nelle sue opere si ritrovano le architetture formali dell’età classica e i tormenti dello "Sturm und Drang", si intravedono le future libertà del Romanticismo, si sublimano i sentimenti umani e gli ideali sociali di fraternità e uguaglianza. 

Il programma di domenica 20 settembre vede l'ampia presenza di sue composizioni da una parte, e di opere di autori a lui in qualche modo connesse, dall’altra. 

L’organico orchestrale, ridotto a 12 strumentisti anche per le attuali necessità sanitarie, è però quello esattamente rispondente alla cosiddetta Harmoniemusik, cioè l’orchestra da camera di fiati, che a inizio Ottocento era all’apogeo del suo successo. 

Nata nella Vienna dell’imperatore Giuseppe II, nel giro di poco tempo tutti i palazzi più importanti sul Danubio avrebbero formato ed esibito i loro complessi. 

Il fiorire di questi gruppi fece improvvisamente lievitare la richiesta di composizioni e di trascrizioni, più numerose queste ultime, prodotte a centinaia soprattutto adattando le opere di successo, da parte di specialisti boemi come Sedlák e Družecký, o persino olandesi come Hutschenruijter, qui rappresentati. 

Avere una propria composizione orchestrata per fiati era sintomo di successo, in quegli anni. 

Ci saranno quindi le trascrizioni delle più belle parti della Prima e della Settima Sinfonia (ma della Settima si pensa che il lavoro fu dello stesso Beethoven) e della celeberrima Sonata Patetica, cui si aggiungeranno due opere godibilissime di Rossini (l’ouverture dal Barbiere di Siviglia) e Francaix, con un brano in cui spicca la tromba, ispirato a Parigi.

Si tratterà del concerto numero 208 nella storia dell’OFV, il cui impegno nel permettere ai musicisti valtellinesi di esibirsi ad alto livello dura ormai da 29 anni, senza interruzioni, e vedrà i festeggiamenti del trentennale di fondazione nel 2021.

—————

Ingresso libero con posti limitati, consigliata la prenotazione sul sito www.fiativaltellina.net, alla mail info@fiativaltellina.net o al numero 0342 234790

mangiare a MorbegnoDOVE MANGIARE dormire a MorbegnoDOVE DORMIRE divertiti a MorbegnoDIVERTIMENTO benessere a MorbegnoBENESSERE prodotti tipici di MorbegnoMADE IN VALTELLINA shopping e aziende a MorbegnoSHOPPING E AZIENDE
mangiare a MorbegnoDOVE MANGIARE
dormire a MorbegnoDOVE DORMIRE
divertiti a MorbegnoDIVERTIMENTO
benessere a MorbegnoBENESSERE
prodotti tipici di MorbegnoMADE IN VALTELLINA
shopping e aziende a MorbegnoSHOPPING E AZIENDE