CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

31/05/2020

S. Giustino martire

ACCESSO

Password Dimenticata?

Come preparare un buon vin brulè

CONDIVIDI

02/01/20

Chi non ha mai assaggiato il vin brulè?

Una ricetta millenaria, che affonda le sue origini nell’Antica Roma, anche nel Medioevo si rintraccia una sorta di antenato del vin brulé.

La leggenda fa risalire la ricetta a un’antica invenzione di Ippocrate, medico greco del V secolo a.C., ma le prime testimonianze scritte compaiono solo alla fine del Duecento.

Se ancora non lo ha fatto è perchè o non ami il vino rosso oppure non sei mai stato in giro per mercatini nelle zone del Nord Europa, e in Italia dove fa freddo.

E' una bevanda tipica dell'Alto Adige, ma ora molto diffusa anche nelle altre regioni, che serve a scaldare corpo e anima...

Il profumo caratteristico dei chiodi di garofano e della cannella lo rendono inconfondibile.

Il suo aroma quando ti scende in gola, ti apre il respiro e immediatamente, se hai freddo, ti scalda i piedi.

La ricetta può essere personalizzata in base alle zone, ma generalmente gli ingredienti principali sono gli stessi.

Puoi preparare tu stesso un buon vin brulè, in occasione di ospiti, di rientro da una ciaspolata o da una sciata o semplicemente per una serata in compagnia.

Procurati questi ingredienti per preparare circa 1 litro di vin brulè

  • 1 litro e mezzo di vino rosso
  • 3 stecche di cannella
  • 250 grammi di zucchero
  • 10 chiodi di garofano
  • 2 arance biologiche e non trattate
  • 1 limone
  • una mela
  • 1 pizzico di noce moscata

Ora mettiti al lavoro. 

Per prima cosa lava bene le arance e i limoni, tagliandone la scorza. Poi lava la mela e tagliala a rondelle sottili.

Metti il vino in una pentola, insieme alle stecche di cannella, allo zucchero, ai chiodi di garofano, alla mela e le scorze tagliate in precedenza. Aggiungi anche un pizzico di noce moscata.

Ora devi mescolare bene il composto che avrai ottenuto e successivamente devi farlo bollire per circa 5 minuti, fino a quando si sarà sciolto lo zucchero.

Se ami desideri un vin brulè più alcolico lo puoi già servire così. Se invece preferisci una bevanda meno alcolica, basta che avvicini un fiamma alla superficie del vino per eliminare alcool.

Noterai la comparsa delle fiamme blu che tenderanno a sparire dopo qualche secondo, segnale della riduzione dell’alcol in superficie.

Mi raccomando a non incendiare la cucina...

********************************

Per essere sempre aggiornato con gli ultimi eventi seguici su Facebook e Twitter

Per ammirare bellissime immagini della Valtellina e Valchiavenna seguici su Instagram

Per seguire i nostri curiosi video seguici su YouTube

Iscriviti ai nostri canali Whatsapp e Telegram per avere sempre gli ultimi eventi a portata di mano

Le nostre rubriche:

Eventi

News

Blog

Curiosità

Ricette

Tradizioni

Utilità

Aziende partner