CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

17/11/2018

S. Elisabetta

ACCESSO

Password Dimenticata?

Giornate FAI d'autunno a Sondalo

CONDIVIDI

18/10/18 - Sondalo

Sabato 13 e domenica 14 ottobre grande successo per le Giornate FAI d’Autunno a cura del Gruppo FAI Giovani Sondrio, in collaborazione con il Comune di Sondalo, l’APT Sondalo “Tria Lilia”, il Museo dei Sanatori, con il contributo dell’azienda Ospedaliera ASST Valtellina e Alto Lario, della Parrocchia di Sondalo e del Centro di Aggregazione Giovanile. Grazie alle sinergie scaturite da questa collaborazione e soprattutto all’attiva partecipazione dei volontari e delle associazioni presenti sul territorio, i visitatori hanno potuto apprezzare i “tesori nascosti” di Sondalo: è stato quindi possibile riuscire a scoprire angoli nascosti della Valtellina accompagnati da persone davvero appassionate e orgogliose del loro patrimonio culturale. 

“Samichêl a Sondalo: dal centro storico al Villaggio Morelli, tra storia e cultura, arte e modernità” è stato un evento completo e vario: visite guidate ai luoghi più belli del comune, un percorso gastronomico nelle corti del centro storico, l’apertura straordinaria delle chiese, il tutto allietato da musica e cori che hanno ravvivato le strade di Sondalo.

L’ospitale Comune di Sondalo ha accolto con grande vivacità gli 823 visitatori iscritti (e tutte le altre persone che non si sono registrate), regalando a tutti l’opportunità di ammirare e riscoprire angoli incantevoli e di particolare bellezza che caratterizzano il nostro territorio. 

Un appuntamento con la bellezza, percorrendo il museo diffuso che è la nostra Italia, dove ad ogni angolo, ad ogni sosta si scoprono meravigliosi scenari, a volte davvero inaspettati.

Ammirazione e interesse ha suscitato soprattutto la visita all’ex sanatorio di Pineta di Sortenna, uno dei più interessanti esempi di architettura liberty di tutta la Valtellina e in Italia: bene esclusivo (oggi è un centro spirituale gestito dalle Sorelle della Misericordia) che ha riscosso un successo tale che verrà organizzata un’altra visita riservata al FAI verso la primavera.

Noi giovani del FAI, uniti dall’amore per la nostra terra, abbiamo trovato a Sondalo un terreno propizio, caratterizzato dalla sensibilità e dalla collaborazione da parte degli Amministratori comunali, primo tra tutti l’Assessore alla Cultura Luca Della Valle, al quale vanno i nostri più sentiti ringraziamenti. La vitalità dell’APT Sondalo, la collaborazione della Parrocchia e la ricca e operosa realtà associativa del paese hanno permesso la creazione di un evento denso di significato. Oltre ai volontari, il nostro ringraziamento va a tutte le associazioni e alle aziende che anche quest’anno hanno dato fiducia a questo evento organizzato dai giovani, che vogliono appropriarsi del futuro del nostro Paese: qui a Sondalo abbiamo potuto trovare un connubio straordinario tra passato e modernità, tradizioni e sviluppo che sono insite nell’animo di un piccolo paese incastonato tra le Alpi”.