CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

02/03/2024

S. Cunegonda

ACCESSO

Password Dimenticata?

Un traguardo ed un nuovo punto di partenza per fondazione Albosaggia

CONDIVIDI

05/05/23

Un traguardo ed un nuovo punto di partenza, forse il più importante della loro vita.

Da quattro giorni, tre ragazzi di SpaH, hanno coronato il loro sogno di andare a vivere da soli, in sintesi di diventare gradi.

I tre giovani - Maria Chiara, Matteo e Luca - rimarranno nella storia del servizio SpaH-Benessere in Comunità di Albosaggia per essere stati i primi ad intraprendere un percorso di autonomia abitativa in un appartamento sito presso la struttura di Albergo Etico a Sondrio.

Una vera conquista che è frutto di anni di lavoro congiunto e condiviso condotto dai tanti attori che ruotano intorno al progetto di Fondazione Albosaggia: il servizio “AbitAbile”, che offre un servizio di residenzialità e cittadinanza attiva, è infatti un’azione specifica che la stessa Fondazione Albosaggia ha condotto nell’ambito degli obiettivi fissati dal più ampio progetto “Dopo di noi”, nato svariati anni fa grazie alla collaborazione fra Comune di Albosaggia, famiglie e Fondazione.

Ora il piano è approdato ai risultati di questi giorni grazie ai grossi passi avanti fatti negli ultimi due anni in accordo con tutti i servizi del mandamento che operano in quest’ambito.

L'approccio alla disabilità che si intende promuovere - questo il concetto cardine di Fondazione Albosaggia e SpaH - è innovativo e concepito nell'ottica del protagonismo delle persone con disabilità nella propria vita e nella società; ogni utente del servizio ha un progetto di vita che presuppone un lavoro di rete con tutte le realtà circostanti.

In pratica, i ragazzi vivono in totale autonomia, ovvero abitano in un appartamento con due camere e un ampio soggiorno: gestiscono la loro casa, fanno la spesa, cucinano e mantengono tutti i loro impegni, dalla frequentazione del centro SpaH ai tirocini lavorativi già in essere fino ai loro specifici interessi e alle passioni personali.

In alcune ore della giornata è presente un educatore che li accompagna e sostiene nel consolidamento e nell'acquisizione di nuove autonomie personali e sociali..

I ragazzi sono apparsi sereni e pieni di entusiasmo; alle prese con la ricerca di un nuovo equilibrio si sono dimostrati soprattutto desiderosi di mettersi alla prova facendo ricordo alle proprie capacità per fronteggiare ogni nuova situazione e godendosi questa nuova e completa libertà.

Il cambiamento ed il passaggio alla vita adulta con emancipazione rispetto alla famiglia d’origine è frutto di un lungo e articolato processo che coinvolge in primis i genitori che, proprio come i figli, si stanno mettendo alla prova e misurando con questa nuova condizione di vita adulta.

Tutto ciò è stato possibile grazie ai giovani con disabilità e alle loro famiglie, che hanno scelto di compiere questo importante passo, e alla co-progettazione che Fondazione Albosaggia ha portato avanti in partnership con il Comune di Sondrio, il Consorzio Sol.Co Sondrio, La cooperativa Grandangolo, la Cooperativa Forme e il CSV Monza Lecco Sondrio per attività e interventi a valere sul PNRR missione 5 “Inclusione e coesione”.

 
______________________________
Fondazione Albosaggia
P.za 5° Alpini 23010 Albosaggia (SO)
Tel. 0342 211378 - Cell. 3929289046
 

Qui il calendario completo degli eventi in Valtellina e Valchiavenna --->  http://bit.ly/2TZskCR 

 

Le immagini utilizzate in questo articolo ci sono state fornite da Fondazione Albosaggia per la condivisione. Calendario Valtellinese non si assume nessuna responsabilità per eventuali violazioni di copyright