CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

15/10/2019

S. Teresa d\u0027Avila

ACCESSO

Password Dimenticata?

Proverbi valtellinesi di agosto

FOTO MILENA BRICALLI ©

CONDIVIDI

13/08/19

Agosto

La préma acqua d'agóst, la rinfresca el bósk (la prima pioggia d'agosto rinfresca il bosco - Morbegno)

San Dunà l’è mòrt! (san Donato è morto!)

Um e ciùn ogni cantùn (uomini e maiali li trovi dappertutto - Montagna in Valtellina)

Del scòt se avisa gnènca i màt (di ciò che scotta non si avvisano neppure i matti - Sondalo)

A füria de picà int la cràpa ànca i crapùn ampàra  (a furia di sbattere la testa contro il muro, anche i testoni imparano - Tirano)

Quant la mort le lì sül lecc’, la varda gni al giùven gni al vècc’  (quando la morte si affaccia al letto, non guarda né il giovane né il vecchio - Sacco, Valgerola)

U de giùven u de véc s’gh’à de mangià el caréc  (o da giovani o da vecchi si deve mangiare il fieno grano - Chiuro)

El mùnt l’è mèz de vent e mèz de cùmprà (il mondo è mezzo da vendere e mezzo da comperare)

Quàant la cabra l’è ‘mbechìda la ‘ngüra el bèch en buca al lüüf (quando la capra è stata montata dal caprone, si augura che finisca in bocca al lupo, cioè non è riconoscente - Rogolo)

Bèla in vista, in da l'intèrnu trista (donna avvenente è interiormente trista - Poschiavo)

A cer da candela sa stima ni fema ni tela  (a lume di candela non si possono ben giudicare né donna né stoffa - Poschiavo)

D'aùst, apéna l'è giù 'l sù l'è fusch (ad agosto appena tramonta fa notte - Montagna in Valtellina) 

Chi mal fa, mal pénsa (chi fa del male, pensa male)

Chi nu ié fa da giùen a ié fa da vècc  (chi non fa sciocchezze da giovane, le fa da vecchio - Montagna in Valtellina)

A scuiunà la gént, sa guadàgna poch u gnént (ad annoiare la gente si guadagna poco o nulla - Tirano)

Mèi crét che nà a vedè (meglio credere che andare a vedere - detto ironicamente - Ardenno)

L’è püsé la spésa che l’imprésa (è più la spesa dell'impresa - Ardenno)

Miga tücc i galin i è de cuvà, miga tücc i dònn i è de maridà  (non tutte le galline sono fatte per covare, non tutte le donne sono fatte per sposarsi - Sacco, Valgerola)

La maladiziùun la bàllä tre volt intùrn a la ca e pö la rìvä a chi gh(e) la da (la maledizione gira tre volte intorno alla casa contro cui è stata scagliata e poi torna a chi l'ha lanciata - Villa di Chiavenna)

Ul cafè al va bevü sbruiént, sedént e per niént (il caffè va bevuto bollente, seduti e gratis)

Amur da mama nu l'ingàna (amore di madre non inganna - Poschiavo)

La fema la rasuna cul cör: la ga la lingua lesta e a li volti poca testa  (la donna ragione con il cuore, ha la lingua pronta e a volte poca testa - Poschiavo)

D'aóst, quant l'è giò 'l sul, l'é fósc (d'agosto, quando cala il sole è buio - Sirta)

San Stèfen béàt, in sü sücc e in gió bagnàt  (Santo Stefano beato, salendo a monte asciutto,  tornando a valle bagnato – Ponte, con riferimento alla tradizionale salita all'alpeggio orobico di Santo Stefano)

Sa 'l tróna avànt da plòar al desc'mét avànt da mòar  (se tuona prima di piovere il temporale smette prima di iniziare – Livigno)

I furmìghi ‘n prucesiùn i prumét en bèl acquazón  (quando le formiche procedono in processione si annuncia un bel acquazzone)

Pütòst che tacà lit, le mei giuntàch quaicòss  (piuttosto che attaccar lite, è meglio perderci qualcosa - Sacco, Valgerola)

Quan che ghe nè pü, al crappä l’asän e quel che gh'è sü  (quando non ce n'è più, crepa l'asino e colui che c'è su - Villa di Chiavenna) 

Giustizia e ingiustizia nu èn mai fra leir separada cun un tai  (giustizia ed ingiustizia non sono mai separate fra di loro con un taglio - Val Bregaglia)

Chi tira miga da vedèl, tira da bof (chi non tira quando è vitello, tira quando è bue - Poschiavo)

Sa cunòss da vedèl, chi ca 'l sarà da bof (si conosce da vitello come sarà il bue - Poschiavo) 

S'el ciöf el dì de San Duménig el porta quarantena  (se piove il giorno di San Domenico piove per altri quaranta giorni – Regoledo)

Cume se fa, se trova (quel che si fa, si trova) Lí furmiga in procesión lí induìna 'n acquazón (quando le formiche procedono affiancate si preannuncia un acquazzone - Sondalo)

Al can scutàa al bùfa ànca sül suràa (il cane scottato soffia anche sul cibo freddo - Tirano)

Ghe gni fen gni pàia, per stupàch la bùca a chi bàia  (né fieno né paglia chiudono la bocca a chi abbaia - Sacco, Valgerola)

Su a la finèšträ, acqua gió par la tèštä, sole alla finestra, acqua che bagna la testa - Villa di Chiavenna)

Chi nas bèla, nas maridàda (chi nasce bella, nasce sposata)

Quél che Dìu vör l'è mai tròp (quel che Dio vuole non è mai troppo - Chiuro)

Figliöl piscian i zapan süi pé, figliöl granc’ i zapan sul cor  (figli piccoli calpestano i piedi, figli grandi calpestano il cuore - Poschiavo)

La prima aqua de agóst la cascia via i püles e i mosch  (la prima acqua d'agosto caccia i pidocchi e le mosche)

Chi fa bén, tróva bén (chi fa del bene, trova del bene)

La mort la varda sul müs negün, incö a mi, dumén a ti  (la morte non guarda in faccia a nessuno, oggi a me, domani a te - Sondalo)

Al danée rèsta cun chìi che i l’à guadagnàa (il denaro resta con chi l'ha guadagnato - Tirano)

Fin che ghe n'è, viva el re, quan ghe n'è pü, crepi l' àsen e quel che ghè sü  (finché ce n'è, viva il re, quando non c'è n'è più, crepi l'asino e quel che c'è su - Sacco, Valgerola)

Se 'l trùna prìma de piö́f, pùca àqua 'l se möf (se tuona prima di piovere, piove poco - Chiuro)

Casa füssal mai la vita senz'ün got vin, o ün got d'aquavita?  (cosa sarebbe mai la vita senza un goccio di vino o un goccio di acquavite? - Val Bregaglia)

Tre robi impussìbali: fa tasè li fèmi, fa còra i vèc’ e fa sta quit i piscian in dal lèc’  (tre cose sono impossibili: far tacere le donne, far correre i vecchi e far star fermi i piccoli nel letto - Poschiavo)

Tratti da: www.paesidivaltellina.it

 

**************************************************

Per essere sempre aggiornato con gli ultimi eventi seguici su Facebook e Twitter

Per ammirare bellissime immagini della Valtellina e Valchiavenna seguici su Instagram

Per seguire i nostri curiosi video seguici su YouTube

Iscriviti ai nostri canali Whatsapp e Telegram per avere sempre gli ultimi eventi a portata di mano

Le nostre rubriche:

Eventi

News

Blog

Curiosità

Ricette

Tradizioni

Utilità

Aziende partner