CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

16/04/2021

S. Lamberto

ACCESSO

Password Dimenticata?

Recupero sentieri a Postalesio da parte di un gruppo di volontari

CONDIVIDI

18/03/21

Negli ultimi anni un gruppo di volontari si è impegnato a recuperare una lunga rete di sentieri situati nel territorio di Postalesio, soprattutto in concomitanza con l’organizzazione della manifestazione “Slalom alle Piramidi”, giunta alla sua sesta edizione.

Ogni anno il percorso della gara podistica viene modificato, così da permettere la pulizia e il tracciamento di sempre nuove vie. 

Il passaggio alle Piramidi, però, non manca mai.

Questa Riserva Naturale è un patrimonio per il nostro paese. 

Si tratta di un fenomeno geomorfologico molto particolare e raro, che la Natura ha donato al nostro paese, e che attira sempre più numerosi visitatori.

A gennaio 2020 è stato inaugurato il sentiero che dal paese porta direttamente al sito e sono state posizionate le frecce in modo che chiunque possa arrivarci facilmente.

Il tracciato della gara gira intorno alla Riserva e ogni anno vede il passaggio in località un tempo abitate e ora abbandonate perché periferiche e a volte scomode da raggiungere, lontane dalla strada...Si tratta di piccoli gruppi di poche case di sasso, rimaste a memoria di tempi passati non troppo lontani e che ancora ci parlano soprattutto di fatiche sofferte da chi ci ha preceduti, ma anche di vicinanze, di senso di comunità, di essenzialità….

Mentre cerchiamo di rendere facilmente percorribili i sentieri, questi muri ci osservano e ci parlano... 

Dall’autunno scorso, poi, anche la Comunità Montana di Sondrio è intervenuta su diversi tratti di sentiero, in vista della realizzazione di un percorso ad anello, con competenza ed abilità professionali.

Nel corso degli anni, molte persone hanno percorso questi itinerari, sia abitanti di Postalesio che turisti, ed hanno apprezzato i lavori effettuati.

Purtroppo, però, non tutti ci arrivano a piedi…

Incredibilmente, qualcuno li percorre in moto, scavando solchi e muovendo sassi, rovinando così il lavoro svolto faticosamente dai volontari, e creando pericolo sul tracciato in caso di incrocio con i camminatori.

Evidentemente il buon senso non basta.

Infatti c’è una Legge Regionale del 05/12/2008 (art. 59 comma 4), che vieta il transito su sentieri, boschi e alpeggi comunali con qualsiasi veicolo a motore.

E allora gli stessi infaticabili volontari hanno deciso di posizionare una quindicina di cartelli

in cui si precisa quanto sopra.

Nel giro di pochi giorni, quasi tutti i cartelli sono stati vandalizzati, strappati e gettati nel bosco…

Se non basta il buonsenso, se non bastano gli avvisi, cosa si può fare?

Polizia locale? Forestali? Carabinieri?

Where are you? Dove siete?

 

Fonte: un gruppo di volontari