CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

30/06/2022

Ss. primi martiri

ACCESSO

Password Dimenticata?

Valchiavenna Vacanze guarda al futuro

CONDIVIDI

27/05/22

Sedici anni vissuti intensamente e la voglia di allargare gli orizzonti: con il primo numero del 2022 Valchiavenna Vacanze, la rivista edita dal Consorzio per la Promozione Turistica della Valchiavenna, cambia e si rinnova.

Fedele alla missione di valorizzare e promuovere il territorio, utile ai turisti ma anche ai residenti, strumento a supporto degli operatori, presenta sin dalla copertina la nuova collocazione.

La presentazione che si è tenuta questa mattina a Palazzo Vertemate Franchi, luogo prestigioso e simbolico di quello che la rivista incarna, è stata l'occasione per illustrare i cambiamenti e insieme per ribadire la centralità di un progetto editoriale nato nel 2006 che, negli anni, ha accompagnato la crescita del turismo in valle, e che ha saputo cambiare rimanendo fedele a sé stesso.

≪In una storia che sta diventando lunga l'evoluzione rappresenta un processo naturale - sottolinea il presidente del Consorzio turistico Franco Moro -: siamo orgogliosi della nostra rivista e del ruolo che ha assunto nella promozione e siamo certi che questi cambiamenti la miglioreranno ulteriormente.

I lettori affezionati la troveranno più ricca e varia e lungo il percorso ne acquisiremo di nuovi che grazie a Valchiavenna Vacanze scopriranno il nostro territorio e lo conosceranno in maniera più approfondita.

Con queste innovazioni guardiamo avanti, verso il futuro, e a ciò che ci sta attorno, alle nuove opportunità che gli scambi con gli altri territori ci garantiranno≫.

Un lavoro redazionale svolto tutto all'interno del Consorzio che inizia con un anno di anticipo per programmare servizi fotografici e reportage e per cogliere gli spunti forniti dall'attualità e dalle esperienze vissute.

Un numero per raccontare ogni stagione, anno dopo anno, fino all'irrompere della pandemia che ha consigliato di ridurre a due le uscite, unendo la primavera all'estate e all'autunno all'inverno.

La rivista assolve a svariate funzioni e si presta ad essere veicolata su canali e in contesti diversi, partendo dall'invio agli abbonati, in Italia e all'estero, proseguendo con la distribuzione in tutti gli esercizi pubblici, hotel, ristoranti e negozi, fino alla presentazione durante gli eventi organizzati sul territorio e nelle fiere di settore.

Pagine che vengono sfogliate per godere della bellezza dei paesaggi immortalata dalle fotografie, per conoscere storie e luoghi, per condividere esperienze, per informarsi sulle manifestazioni e sull'offerta turistica della valle. Una lettura piacevole per immergersi in un territorio che ha molto da mostrare e altrettanto da raccontare.

L'innovazione è ben visibile sin dalla testata: al Valchiavenna Vacanze ormai conosciuto si aggiungono Val Bregaglia e Lago di Como, a rendere evidente i nuovi orizzonti e la collaborazione con territori con i quali il dialogo e gli scambi sono diventati quotidiani.

Un'evoluzione naturale destinata a rafforzare le relazioni e ad affinare le strategie promozionali.

La Valchiavenna si espande verso nord e verso sud, superando i valichi di confine con la Svizzera, raggiungendo l'alto lago di Como e integrando entrambi i rami. Un arricchimento anche per il lettore che troverà articoli dedicati a questi territori per proposte in continuità con la Valchiavenna.

All'origine vi sono un fattore interno, la volontà di evolvere, per la prima novità e cause esterne, l'enorme rincaro dei costi delle materie prime in genere e della carta in particolare, divenuto difficile da sostenere per il Consorzio turistico.

La decisione, ponderata, di aprire la rivista agli inserzionisti pubblicitari: una presenza discreta ma fondamentale per garantire la prosecuzione di un progetto importante.

È il direttore del Consorzio, Filippo Pighetti, a motivare le decisioni: ≪La sinergia con i territori confinanti è una delle chiavi del successo nel turismo di oggi con i vacanzieri che sono alla ricerca di esperienze diversificate e immersive - spiega -.

Da tempo avevamo posto le basi per una collaborazione che si è rivelata negli anni molto proficua: non abbiamo dubbi che questa apertura della rivista ai nostri vicini porterà grandi benefici. L'aumento dei costi ci ha fatto molto riflettere, perché pur tenendo moltissimo a Valchiavenna Vacanze non avremmo potuto permetterci di sottrarre risorse alle altre attività, così abbiamo deciso che avrebbe dovuto autofinanziarsi attraverso la pubblicità ma salvaguardando l'impostazione grafica e i contenuti.

La convivenza è stata secondo noi ben gestita e la rivista ora si paga da sola garantendosi un futuro≫.

 

Il nuovo numero di Valchiavenna Vacanze, il 64esimo, si può sfogliare virtualmente sul sito internet www.valchiavenna.com.

Qui il calendario completo degli eventi in Valtellina e Valchiavenna --->  http://bit.ly/2TZskCR