CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

10/12/2019

N.S. di Loreto

ACCESSO

Password Dimenticata?

Foto Alessio Giovacchini ©

CONDIVIDI

TERRITORIO

Palazzo Guicciardi ora Azzola

L’edificio, costituito di tre corpi di fabbrica sulle vie E.Guicciardi e Chiuro, è da secoli dimora dell’illustre famiglia pontasca dei Guicciardi.

La prima documentazione riguardante l’edificio risale alla fine del XV secolo, ma venne ripetutamente ampliato a metà del XVI secolo, nel XVIII e infine a metà del XIX secolo, quando venne ristrutturato su progetto dell’ing. Antonio Camillo Quadrio.

Fu la casa natale di Enrico Guicciardi (1812-95), patriota e uomo politico.

Nell’anno 2000 gli attuali proprietari effettuarono un intervento di recupero abitativo del piano terreno del corpo in via Chiuro 2 e rifacendo la copertura nelle sue strutture secondarie.

Sotto tappezzerie e scialbature si scoprì l’esistenza di cicli affrescati databili al XVI secolo.

Essi, insieme al camino in pietra con lo stemma dei Guicciardi, ai notevoli soffitti lignei e alla stüa cinquecentesca, confermano l’importanza architettonica del palazzo.

Al palazzo si accede da un bel portale sulla cui chiave è scolpito un originale grifone.

La facciata orientale, che dà sulla via, è ornata da un bel fregio a monocromo, con sirene, volute e stemmi nobiliari (Quadrio, Guicciardi, Paravicini e Odescalchi).

Le finestre, comprese quelle dei cavalcavia che uniscono questo edificio ad un altro sull’altro lato della via, sono chiuse da inferriate, alcune di artistica fattura.

Sul piccolo cortile si affaccia l’elegante loggiato, recentemente riaperto, posto al primo piano, coperto da volte a crociera e definito da archi a tutto sesto sorretti da colonne doriche.

Una breve rampa di scale porta all’interno: ampia la cucina con imponente camino (all’interno del quale si apre una finestrella) e pavimento in lastre di pietra; accogliente la stüa sul soffitto della quale è leggibile la data 1576.

 

Fonte: Comune di Ponte in Valtellina

Palazzo Guicciardi-dimora storica