CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

20/01/2021

S. Sebastiano

ACCESSO

Password Dimenticata?

Il panone o "panun" valtellinese

CONDIVIDI

26/12/20

Questa ricetta è un diversivo alla conosciutissima bisciola valtellinese.

Non l'ho chiamato "panettone valtellnese" perchè in effetti non è un panettone, è un "panun".

Il sapore è diverso e anche la friabilità.

L'ho provata e testata perchè mi ricorda tanto il "panone" che preparava la mia mamma a Natale, tantissimi anni fa.

Il risultato è soddisfacente e se segui alla lettera la ricetta ti riuscirà un dolce squisito che prenderà per la gola tutti coloro che lo assaggeranno.

Premesso che ho cercato di recuperare ingredienti di qualità, perchè ho notato che fanno la differenza, a partire dalla farina.

Ingredienti per 6 panoni di medie dimensioni:

750 gr di farina di frumento tipo 1 (se proprio non la trovate potete utilizzare la 0 o la 00...)

250 gr di zucchero di canna (se non l'avete va bene anche il classico zucchero raffinato)

250 gr di fichi secchi 

250 gr di uvetta

250 gr di noci sgusciate (ho usato quelle raccolte in montagna)

250 gr di burro (se di latteria meglio)

3 uova

un bicchierino di grappa

mezzo bicchiere di latte

1 bustina e mezza di lievito per dolci

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente per qualche ora.

Versate la grappa sull'uvetta e lasciate che venga assorbita.

Tagliate i fichi e le noci a piccoli pezzi (non troppo piccoli) 

Mettete tutti gli ingredienti in una bacinella dove poterli impastare.

Mescolate con le mani finchè  tutti gli ingredienti si sono abbastanza amalgamati.

Rovesciate tutto sulla spianatoia e continuate a lavorare l'impasto con le mani finchè il burro è sciolto.

Quando vedete che l'impasto risulta omogeneo, è pronto per essere lavorato.

Deve risultare piuttosto appiccicoso. Quando lo lavorate potete bagnarvi le mani con l'acqua fredda in modo da renderlo più facilmente malleabile.

Vi risulterà una grossa palla di pasta, piena di uvetta, fichi e noci.

Nel frattempo avrete scaldato il forno statico a 200°.

Dividete l'impasto in 6 panoni (fate delle pagnotte di forma allungata)

Disponeteli su una teglia ricoperta di carta forno, cercando di non farli rimanere troppo vicini o lievitando si attaccano insieme.

Con un coltello fate dei taglietti sopra i panoni per evitare che si rompano durante la cottura.

Infornate per 10 minuti a 200° poi abbassate il forno a 180° e proseguite la cottura per altri 30 minuti.

Al termine spegnete il forno, aprite lo sportello e lasciateci i panoni finchè si raffreddano.

Saranno dorati e della giusta friabilità.

Una vera delizia, lo garantisco