CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

23/10/2021

S. Giovanni da C.

ACCESSO

Password Dimenticata?

Mountain Running World Cup a Chiavenna

CONDIVIDI

30/09/21

La Coppa è finalmente a Chiavenna e oggi è stata la protagonista assoluta, insieme agli altri trofei iridati, del lancio di quella che si prepara ad essere la battaglia finale della Mountain Running World Cup:  il 10 ottobre si alzerà infatti il sipario sul Kilometro Verticale Chiavenna Lagunc, tappa conclusiva della lunga marcia al titolo di Re e Regina della corsa in montagna. 

Nello splendido scenario di Palazzo Vertemate Franchi, una delle più prestigiose ed affascinanti dimore cinquecentesche lombarde,  grandi ospiti si sono alternati nell’esprimere un incontenibile entusiasmo per il raggiungimento di uno degli obiettivi più importante della stagione di eventi sportivi: portare a Chiavenna il gotha del mondo della corsa in montagna, qui dove la tradizione è nata e dove cresce sempre più la voglia di far entrare questa disciplina tra quelle olimpiche.

L’edizione numero 22 del Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunc, valida anche come 36° Trofeo Amici Madonna della Neve, sarà la prova finale del circuito mondiale di World Athletics-WMRA dedicato al Mountain Running, che coinvolge 8 diverse nazioni, 12 località ospitanti per 16 gare complessive suddivise in 3 categorie denominate Long Mountain, Short Uphill e Classic Mountain e 10mila atleti partecipanti. 

Favoritissimo alla conquista del titolo l’italiano Henri Aymonod mentre tra le donne Alice Gaggi proverà a conquistare l’ultimo gradino del podio, in lotta con le keniane Njeru e Murigi e con la gallese Charlotte Morgan.

Dopo la gara, prevista nella mattinata di Domenica 10 ottobre, il grande finale in Piazza Bertacchi a Chiavenna, per la grande cerimonia di chiusura di una stagione ricca di emozioni, campioni, grandi gare.

Erano presenti:

Nicola Del Curto - Presidente ADS Amici Madonna Della Neve Lagunc, società organizzatrice KV Chiavenna-Lagunc, prova finale della Mountain Running World Cup 2021
Giorgio Bianchi - Membro del Council WMRA
Luca Della Bitta - Sindaco Comune di Chiavenna
Davide Trussoni - Presidente della Comunità Montana Valchiavenna
Andrea Giacomini - Assessore al turismo e Sport Comune di Chiavenna
Antonio Rossi - Sottosegretario Giunta Regionale Lombardia con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi
Severino De Stefani, Sindaco Comune di San Giacomo Filippo
Massimo Sertori, Assessore di Regione Lombardia a Enti Locali Montagna e Piccoli Comuni
Filippo Pighetti, Direttore Consorzio Turistico Valchiavenna
Onorevole Silvana Snider, Deputato Camera, membro della Commissione Esteri

Dichiarazioni:

Onorevole Silvana Snider
“Chiavenna si chiama così proprio perché è chiave dell’Europa. 

Organizzare una gara così importante, in mezzo a queste montagne così particolari al confine con la Svizzera, non può che portare lustro a tutta Italia”.

Massimo Sertori
“Il 40% del territorio della Lombardia è in montagna, qui la corsa in montagna ha una fortissima tradizione, 

in particolare a Chiavenna che ospita con onore la finale della World Cup e che, grazie a questa occasione, 

avrà la possibilità di mostrare le sue straordinarie bellezze fatte di storia, paesaggio e natura. Ci auguriamo tutti che un giorno questa specialità, che vede la Lombardia protagonista, 

possa essere al pari dello scialpinismo, oggi disciplina olimpica.  Stiamo lavorando in questo momento proprio come Regione per portare a Bormio lo scialpinismo, 

e potremmo impegnarci anche affinché questa attività venga considerata nel settore olimpionico”.

Antonio Rossi
“La finale della World Cup di Corsa in montagna al Kilometro Verticale qui a Chiavenna è veramente la ciliegina sulla torta dei grandi eventi sportivi, 

che in Regione Lombardia riteniamo essere molto importanti perché promuovono innanzitutto i valori dello sport ma anche e soprattutto il territorio, portandone la visibilità all’estero. 

Crediamo che questa sia la strada giusta per promuovere il turismo sportivo, quindi per portare tanti atleti a ripercorrere i percorsi che fanno i grandi campioni. 

In quest’ottica una World Cup open come questa, in cui tutti si possono sfidare lungo il percorso e confrontarsi con i grandi campioni, penso sia una formula vincente. 

La Lombardia è la patria del kilometro verticale, del trail running, della long distance, delle skyrace e c’è veramente un grande pubblico. Questo sta a significare due cose: 

che siamo molto attaccati alle nostre montagne, che si corre in posti bellissimi e soprattutto che c’è un’organizzazione tale per cui la voce si diffonde tra gli atleti che vengono tutti sempre molto volentieri a gareggiare e allenarsi qui. 

Credo che in questi anni il movimento sia cresciuto tantissimo e sia arrivato il momento di chiedere al CIO di valutare un’apertura delle competizioni olimpiche anche a questa disciplina, nelle varie sue forme in un’edizione estiva. 

Ne parlerò anche con Fondazione Milano Cortina perché sarebbe bello se durante i giochi invernali si riuscisse ad organizzare una sorta di competizione che facesse da promozione per la corsa in montagna”.

Filippo Pighetti
“Kilometro Verticale è sempre più la gara dei record mondiali, anche per la sua longevità (22esima edizione). 

C’è grande entusiasmo per questo evento che abbiamo l’onore di ospitare, sarà la corsa della ripartenza e lo farà con un’apertura internazionale. 

Valchiavenna è sempre più apprezzata come meta dei grandi eventi sportivi sia per l’accoglienza delle strutture ricettive, in sicurezza grazie al progetto Valchiavenna una valle sicura, 

e alla disponibilità di nuove strutture dove allenarsi. Tutte queste caratteristiche fungono da volano per il turismo sportivo che ogni anno porta qui più di 10k atleti per ritiri e campus”.

Luca della Bitta
“È una giornata straordinaria per la nostra città, chiavenna è protagonista e salirà quei mille metri con orgoglio e un grande grazie per chi ci ha portato fino a qui. 

Questo appuntamento ripaga l’impegno di tanti anni e la passione di Nicola Del Curto e del team Kilometro Verticale che negli anni l’hanno organizzata crescendo di livello, ospitando davvero atleti di fama internazionale. 

È una gara che è cresciuta insieme al territorio, 1000 metri che porteranno sul tetto del mondo grandi atleti della corsa in montagna ma con loro anche la nostra città, i nostri sportivi, e la valle tutta. È una delle tante scommesse vinte”.

Davide Trussoni
“Per la Valchiavenna è sicuramente un momento importante, che sugella la voglia di rinascita dopo un periodo difficile post pandemico. 

Crediamo che questi eventi sportivi così importanti, come la finale della World Cup, ma anche quello che ci sarà alla fine di questo mese con il Val Bregaglia Trail, siano delle manifestazioni in grado di catalizzare l’attenzione della gente, 

dei turisti, degli atleti in particolare, con la voglia di tornare a una normalità che tutti speriamo. Lo sport, dunque, come veicolo per cercare di sperare in un futuro più tranquillo. 

Ci lasciamo alle spalle due anni difficili e siamo convinti che grazie anche a queste attività e allo sforzo organizzativo, sempre e ancora più importante, ci sia la possibilità di rilancio. 

La Valchiavenna ci crede e siamo pronti ad accogliere questi grandi eventi per i quali è doveroso il ringraziamento a chi ha portato ancora una volta Chiavenna e l’intera valle a livello mondiale”.

Andrea Giacomini
“Ancora una volta Chiavenna protagonista della grande corsa in montagna. Questi eventi danno lustro al luogo e sono merito dell’importante tessuto associativo che abbiamo. 

Ne è un esempio proprio “Gli Amici della Madonna di Lagùnc” che ringrazio per l’impegno che mettono ad organizzare questa gara. 

Nicola Del Curto e la sua associazione hanno avuto una visione molto ampia dando il via a questo evento diventando i primi in Italia ad organizzare un kilometro verticale. 

Ciò ha permesso al territorio di aprirsi al mondo del turismo sportivo, un settore su cui la nostra valle sta lavorando molto”.

Giorgio Bianchi
“E davvero un onore poter dire che per la prima volta in assoluto la finale di World Cup è in Italia e per un membro italiano del Council è davvero un risultato straordinario per il Paese e ovviamente per tutti gli appassionati di mountain running italiani. 

È senza dubbio un evento unico e sono sicuro che Nicola Del Curto e il suo staff daranno davvero vita a un grande weekend di corsa in montagna. 

Per questo invitiamo tutti a venire a Chiavenna a godersi questa imperdibile finale di Coppa del Mondo 2021”.

Info su
www.kilometroverticalelagunc.it
www.valchiavenna.com

Qui il calendario completo degli eventi in Valtellina e Valchiavenna --->  http://bit.ly/2TZskCR