CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

15/12/2018

S. Valeriano

ACCESSO

Password Dimenticata?

Una serata tra Brace e Mega Show

FOTO CALENDARIO VALTELLINESE ©

CONDIVIDI

BLOG | 05/12/17

Capita di partecipare ogni tanto agli eventi che pubblico su Calendario Valtellinese, o perchè mi invitano o perché ci vado di mia iniziativa.

Venerdì sera d’accordo con due amiche ho deciso di andare a mangiare pizzoccheri con successivo concerto.

Una serata diversa dal solito che iniziava alla Brace con un bel piatto di pizzoccheri e proseguiva in discoteca, al Mega Show con il concerto dei Damaspace e super ospite Claudio Golinelli, alias il Gallo, storico bassista di Vasco Rossi.

Una cena tranquilla, una sala tutta dedicata all’evento dove un centinaio di persone si sono trovate e conosciute socializzando davanti al piatto tipico valtellinese più famoso.

Ottimi i pizzoccheri della Brace, per chi voleva c’era pure il bis. Un bicchiere di buon vino rosso e una deliziosa fetta di torta per chiudere la prima parte della serata.

Un pubblico davvero variegato, dai ragazzi ai non più giovanissimi che amano le canzoni di Vasco e non perdono occasione per ascoltare canzoni e musica.

Le immancabili barzellette di Gino hanno portato quattro risate, non prima di aver ringraziato per l’organizzazione dell’evento Marzia Catelotti,  Ezio Bianchi direttore artistico e tutti gli attori coinvolti per l’occasione.

Ma parliamo dei Damaspace, questa band nata in Valtellina, che da sempre esegue le cover del famoso cantante di Zocca (BO).

Era la prima volta che mi accingevo ad ascoltarli ed ero molto curiosa. Avevo sentito varie voci in proposito un po’ positive e un po’ negative. Ma dato che io non mi esprimo prima di aver toccato con mano o come in questo caso prima di aver ascoltato, dovevo per forza vederli e gustarmeli dal vivo per poi trarre le mie conclusioni da “critico musicale” …scherzo ovviamente. Io esprimo unicamente opinioni personali, tra l’altro con necessariamente condivisibili. Sicuramente sono sincera,  dico e scrivo ciò che penso.

La serata al Mega Show ha inizio con grandi risate quando la mia amica, non più abituata alla musica da discoteca, esordisce con: ma va avanti ancora per molto questo “hunz hunz hunz”.

La rassicuriamo dicendo che quando inizieranno le canzoni di Vasco, la cosa dovrebbe migliorare.

Nel frattempo per non annoiarmi subisco anche una fantastica doccia a  base di birra, da parte di due non meglio definiti giovanotti che già in prima serata dimostrano di aver alzato troppo il gomito. Pazienza, mi tocca puzzare di birra sperando che al mio ritorno a casa non mi fermi una pattuglia della polizia…

Verso le 22 ecco che i Damaspace fanno il loro ingresso sul palco e intonano un paio di canzoni ovviamente di Vasco. Le 300 persone presenti inizano a scaldarsi con entusiasmo.

Un service perfetto, luci e suoni coinvolgono gli spettatori che presto si riversano sulla pista davanti al palco per cantare e ballare. Ma la grande attesa è per il Gallo che non si fa attendere a lungo. Sulle note di “Gli spari sopra” cambia totalmente il sound della serata. Il bassista ormai 67enne mostra la sua professionalità, la sua simpatia e la sua affabilità con il pubblico, nonostante avesse potuto atteggiarsi da Star. Invece battute, risate, fotografie sono state concesse abbondantemente. E la gente ha gradito la sua semplicità ma soprattutto la sua grandezza musicale che ha fatto la differenza.

Una band assolutamente all’altezza della situazione quella dei Damaspace. In particolare mi è piaciuto il giovane solista alla chitarra Samuele Murdaca che ha fatto la sua bella figura accanto al mitico Gallo. Era la prima volta che ascoltavo la voce di Fabio Corraini che ha eseguito i brani di Vasco come da copione e se posso dare un mio parere, da ignorante in materia quale sono... anche un po’ troppo. Mi permetto una piccola critica, da semplice ascoltatrice quale io sono. Spero non me ne voglia...

Ottima la sua vena, il suo tono, la sua performance ma per i miei gusti dovrebbe staccarsi dal personaggio ed interpretare più se stesso. Questo è il mio modesto parere da semplice opinionista.

Grande, in gamba ma può ancora fare meglio e so che già lo sta facendo.L'energia che sprigiona e trasmette è davvero tanta e merita davvero tanto.

I Damaspace meritano di essere ascoltati e conosciuti da chi ama il genere Vasco Rossi in quanto band di alto livello artistico-musicale. Mi sono piaciuti.

Insomma abbiamo cantato e ballato sulle note di Rewind, Siamo solo noi, Sally e per chiudere come sempre le note di Alba Chiara.

Una piacevole nota è stata anche quella dell'incontro con Stefano Calneggia, alias Lupomanopola che ha spopolato di recente con il suo video Statal 38 (cercalo su Youtube...)

Quella che era una serata di curiosità si è conclusa con divertimente e soddisfazione per aver partecipato, anche da parte della mia amica un po' ostile alle discoteche.

La musica l'ha fatta da padrona e come sempre ha avuto la meglio.

In Valtellina si organizzano molti eventi e spesso la pigrizia di uscire di casa ci fa perdere occasioni interessanti. Basta superare la paura del freddo coprendosi bene, abbandonare divano e TV per una sera e uscire per riscoprire la vita, la voglia di stare insieme ad amici. La mente e la salute ne gioveranno sicuramente.

Al prossimo evento

 

Commenti