CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

29/09/2022

Ss. Michele, Gabriele e Raffaele

ACCESSO

Password Dimenticata?

Ma vuoi non assaggiare un po' di Sforzato?

CONDIVIDI

BLOG | 19/09/22 - Tirano

Ho ceduto e ne ho gustati 5.

Potevo scegliere tra 26, e l’impresa è stata ardua.

Così mi sono fatta ispirare dall’istinto.

 

Sto parlando dello sforzato! Cosa avevi inteso?

Sabato sera ho partecipato all’Eroico Rosso Sforzato Wine Festival a Tirano.

Non potevo mancare, anche perché gli eventi attivi (ovvero non statici nello stesso posto) mi attirano.

 

Colgo sempre l’occasione per spostarmi e visitare ogni volta qualcosa di nuovo o rivedere location che non frequento abitualmente.

 

È vero che Tirano dista solo 20 km da casa mia, ma ammetto di andarci quasi sempre solo per lavoro.

E Tirano, la cittadina del Trenino Rosso del Bernina, ha moltissimi altri motivi per essere visitata.

Quale occasione migliore quindi di “passeggiarla” con una bella taschetta con calice a tracolla.

 

Un evento che ho promosso parecchio su Calendario Valtellinese, un evento che ogni anno prende sempre più piede.

Un’iniziativa che può essere considerata di nicchia, visto che è dedicata solo al vino sforzato…

Tuttavia, vedendo gente di tutte le età con le taschette di vari colori appese al collo, ho dedotto che è stata sdoganata.

 

Un’occasione unica per assaggiare tanti sforzati nello stesso giorno.

Il vino valtellinese per eccellenza più famoso e conosciuto.

Un percorso tra le vie e i palazzi del centro, musica nelle varie piazze, degustazioni di prodotti artigianali valtellinesi.

 

Un programma ricco per una tre giorni organizzata alla perfezione.

L’atmosfera è di quelle belle, ristoranti e bar pieni, le vetrine illuminate di molti negozi.

Le gente che si incontra, sorride e chiacchiera.

 

Le temperature tutt’altro che estive, capitate tra capo e collo, hanno fatto indossare i primi giubbotti ma nonostante questo non bisogna perdere questa occasione.

 

La gente esce perché ha voglia di convivialità.

 

Purtroppo sono arrivata quando i palazzi erano già chiusi, mi sono persa l’occasione per visitarli all’interno.

Mi accontento delle bellissime corti scelte per degustare i vini.

In ognuna è presente una postazione per 2 sforzati con altrettanti sommelier.

 

Tutti eleganti con il loro sorriso, pronti a servire e spiegare il vino che ci si accinge a degustare.

Nella mia ignoranza “vinicola” mi limito come sempre a constatare se mi piace o non mi piace.

 

Loro mi vogliono spiegare lo sforzato, come si produce e si invecchia.

Dopo il secondo racconto….rivelo che sono valtellinese e anche se non mi intendo di gusti di vino, so benissimo come si produce lo sforzato.

 

Risparmiano un po’ di fiato per chi viene da fuori.

E sono tanti i turisti venuti apposta per l’occasione.

 

Lo sforzato è perfetto per quella fresca serata.

Ti scalda gli animi e le orecchie…

Insomma la gradazione alcolica supera sempre il 16°…

 

Il mio giro inizia da Piazza Cavour, prosegue a Palazzo Marinoni, Palazzo Quadrio Curzio, Piazza Salis, Palazzo Lambertenghi, Giardino Casa Mazza per poi finire a Palazzo Merizzi.

Ho saltato solo Palazzo Torelli…ma mi rifarò l’anno prossimo.

 

Tra una postazione e l’altra la musica intrattiene i partecipanti, chi comodamente seduto, chi ai lati delle piazze con il calice in mano.

 

Davide Boselli con la sua fisarmonica conquista la corte di Palazzo Merizzi, una frizzante Camilla Fascina regala note pop in Piazza S. Martino e lo Sforzato Jazz quartet con la voce bellissima di Monica Izzo crea una piccola platea di ascoltatori in Piazza Salis.

 

A fine degustazione ho mangiato anche i chiscioi, tipici della zona di Tirano.

Il festival che ha compiuto 8 anni è stato promosso a pieni voti.

E sono certa che il prossimo anno ancora più persone saranno attirate dall’Eroico Rosso.

 

PS: Gli sforzati hanno ottenuto tutti il massimo gradimento da parte mia...non li nomino solo per "par condicio"...

 

Consiglio: se vi invitano a cena e vi presentate con una bottiglia di Sforzato, sarete ricordati per parecchio tempo...

Complimenti al Consorzio Turistico Media Valtellina e al Comune di Tirano per l'organizzazione.

Commenti