CIAO! COSA CERCHI IN VALTELLINA?

06/04/2020

S. Ermanno

ACCESSO

Password Dimenticata?

Sei già stato alla Sagra di San Bello?

CONDIVIDI

BLOG | 18/02/20 - Berbenno Di Valtellina

Erano anni che pubblicavo questo evento su Calendario Valtellinese.

E finalmente quest’anno sono andata a testare e “tastare” di persona la Sagra di San Bello.

Questa festa che si svolge ogni anno a Monastero, frazione di Berbenno di Valtellina, ha origini lontane.

Non ci sono notizie scritte riguardanti le sue origini.

Quello che si sa, è stato tramandato dagli avi del paese che hanno raccontato come questa usanza di mangiare gallina, sia giunta fino ai giorni nostri.

Sembra che, ai tempi che furono, una folla di fedeli, saliva a piedi fino a Monastero per onorare il santo. San Bello appunto.

Il cammino era piuttosto lungo, quindi si portavano con sé un semplice pasto da consumare all’aperto prima di rientrare la sera, dopo il suono dell’Ave Maria.

Poi c’era invece chi si poteva permettere di andare a cercare il luogo dove si cuocevano le galline.

Il profumo appetitoso che proveniva dai pentoloni dove bollivano squisite galline ruspanti, attirava i viandanti che si contendevano la gallina più bella.

Con lunghi forchettoni cercavano di accaparrarsi il pollo migliore, che veniva poi consumato in allegria all’aperto, nonostante fosse il 12 febbraio, stagione non proprio calda.

Ma grazie all’esposizione soleggiata di Monastero e grazie ad un buon vino Maroggia, il freddo non si sentiva.

Con il passare degli anni, la voglia di mangiare la gallina di San Bello ha creato l’esigenza di realizzare un luogo grande e coperto (l’attuale tensostruttura riscaldata) per ospitare tutti i commensali.

San Bello è una festività molto sentita e ogni anno è sempre più difficile trovare posto per mangiare la famosa gallina.

Bisogna prenotare con notevole anticipo per assicurarsi un posto a tavola.

Ma io ce l’ho fatta e con Sergio e altri 2 amici, mi sono avventurata al volante della Renault Captur che mi ha messo a disposizione Autovittani di Castione Andevenno, in quel di Monastero.

Questa frazione che dista poco più di 3 km da Berbenno di Valtellina è a 630 mt di altitudine (pensavo di più…sinceramente) prende il suo  nome proprio dall’ex monastero, oggi abitazione privata, che sorge proprio in quel luogo baciato ogni giorno per molte ore dal sole.

Devo dire che ho trovato ottima l’organizzazione della Sagra.

I menù già predisposti sui tavoli, dove si poteva scegliere cosa mangiare e cosa bere.

Servizio veloce dei numerosi volontari, molti giovani, che si accingevano a prendere le ordinazioni e portare le pietanze agli affamati avventori.

Come dicevo, a San Bello, protagonista è la gallina, il pollo insomma.

Non chiedere una bistecca di manzo perché ti sbattono fuori dal tendone (n.d.r.)….

Abbiamo assaggiato il tris di risotti.

Quello ai funghi, quello al Maroggia e quello ai fegatini. Davvero buoni!

Solitamente nelle sagre non si può pretendere che il cibo sia perfetto, ma in questo caso i risotti erano cotti al punto giusto.

Io ho apprezzato particolarmente quello ai fegatini…chissà mai che riesca ad avere la ricetta…

Di secondo si poteva scegliere tra la gallina lessa, il pollo arrosto e il Pollo San Bello con contorno di patate prezzemolate o fritte.

Poi c’erano i dolci, diversi tipi di torte fatte in casa…credo.  Ne ho assaggiato una briciola perché ero sazia.

Tutta la cena è stata annaffiata da un buon vino Maroggia che ci ha riscaldato e fatto ballare la musica che Lupomanopola, intrattenitore musicale della serata, ha proposto.

Tripudio di applausi sulle note della mitica “Statal 38” e sull’esilarante“Li ciuli tuti”.

Alle 22,00 circa c’è stata l’estrazione della lotteria con premi molto appetitosi e le foto di rito con le “Ciobane” ovvero i pupazzi delle galline giganti...che si aggiravano tra i tavoli.

Una serata di puro divertimento che consiglio a tutti coloro che desiderano sedersi ad un tavolo, senza troppe pretese, mangiare buon pollo e saltellare con un po’ di musica.

PS Domenica c'è anche una corsa benefica: San Bell de Cursa i cui proventi vanno alla LILT Lega Italiana per la Lotta contro i tumori

Se  vuoi una recensione sulla tua struttura o su un evento, manda una mail a: edi@calendariovaltellinese.com oppure chiama al 393 0806066, ti contatterò e verrò personalmente ad “assaggiarti”…parola di Edi

**************************************************

Per essere sempre aggiornato con gli ultimi eventi seguici su Facebook e Twitter

Per ammirare bellissime immagini della Valtellina e Valchiavenna seguici su Instagram

Per seguire i nostri curiosi video seguici su YouTube

Iscriviti ai nostri canali Whatsapp e Telegram per avere sempre gli ultimi eventi a portata di mano

Commenti